Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.



Mirco Maselli, Lapis, 2014
La prima avventura di Hogard, un simpatico e goffo Drago che la strega Magagna, sbagliando una pozione, ha creato dal suo calderone… Come se non bastasse, Magagna lo ha convinto di essere il figlio del prode Lancillotto. Inizia così l’avventura dell’ingenuo e simpatico Hogard nel regno di Camelot, minacciato da un drago cattivo e dall'incantesimo della Fata Morgana che ha reso stupidi tutti gli abitanti. Con l'aiuto del Mago Merlino, Hogard dovrà affrontare un'importante missione: sconfiggere il Cavaliere Nero e riportare la pace, la prosperità e l’armonia nel regno di Camelot. Ci riuscirà?
Tra luglio e settembre 2015 uscirà la seconda avventura

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

di Davide Morosinotto, Rizzoli, 2015
Il primo episodio della storia del giovane Nemo, il ragazzo destinato a diventare il leggendario Capitano del Nautilus. La storia del capitano che viaggerà per ventimila leghe sotto i mari.
Europa, 1829. Un ragazzino dalla pelle scura sbarca da un transatlantico al porto di Le Havre, per raggiungere in carrozza un collegio per gentiluomini nei dintorni di Parigi. Ma non è uno studente come gli altri: è solitario, taciturno, e nessuno sa quale sia il suo vero nome. Chi vuole essergli amico può chiamarlo Nemo. E in collegio Nemo, nonostante la sua diffidenza e il mistero di cui si circonda, trova due amici fidati: la giovane Ashlynn, boccoli biondi da bambola e occhi assetati di libertà, e il valletto Daniel, un passato da acrobata del circo e un cuore generoso. Soltanto a loro il ragazzo rivela il suo segreto: da dove viene e perché ha perduto il suo nome. Nemo ha una missione da compiere. Qualcuno ha attraversato l’Oceano per dargli la caccia. E lui è più che mai deciso a non farsi trovare. Insieme, i tre amici partiranno per una grande avventura, che richiederà intraprendenza, fiducia e molto coraggio.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

di Anna Sarfatti, ill. di Serena Riglietti, Mondadori, 2009
Giocare con le parole può diventare una chiave per aprire il cuore e la mente, un modo per ragionare anche sui valori importanti, uno spunto per capire che un diritto violato è un sentimento ferito. Infatti non tutti i bambini sanno, e spesso neppure molti adulti, che a ogni diritto corrisponde un dovere, e che è proprio il dovere a garantire il rispetto dei nostri diritti. Queste parole che giocano sono frutto dell'esperienza di un'insegnante e della sua classe, e dimostrano che i versi di una filastrocca possono trasmettere una grande lezione di civiltà. Un piccolo inno al diritto di fare le proprie scelte di vita e di lasciarle fare agli altri, nel rispetto reciproco.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

di Tommaso Percivale, El, 2013
Abracadabra! Simsalamìn! Apriti sedano! Mirco Fregolini le sa tutte. È il più grande prestigiatore del mondo! Certo il mondo ancora non lo sa, ma che c'entra? È solo questione di tempo! Mirco ha otto anni e viene da una stirpe di illusionisti famosi: nipote del Grandissimo Fregolini, pronipote dell'Enorme Fregolini e discendente dell'inarrivabile Gigante Fregolini, ha il talento magico nel sangue. E poco importa se i bulli della scuola lo considerano una schiappa megagalattica e per i maestri è un disastro della serie "io ci rinuncio”.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Pagina 3 di 5